Uganda. Raw Materials, uno sguardo originale sulla Perla d'Africa

 

...i nostri denti sono bianchi
ecco perché ridiamo dei dolori del mondo..

Okot p'Bitek, poeta ugandese

3 - 18 gennaio 2018

viaggio culturale - natura - materie prime 


Il 9 ottobre 2017 l’Uganda festeggia i suoi 55 anni di indipendenza, come tutti i paesi africani anche La Perla dell’Africa, come la definì Churchill nel 1908, vive nel paradosso di essere un paese giovane con una tradizione millenaria. Proponiamo un viaggio in Uganda che non si focalizza solo sulle meraviglie naturali, sugli onnipresenti Gorilla di montagna o sulle tristi vicissitudini storiche, ma che sviluppa un tema,  quello della produzione di materie prime con un forte impatto sociale.
Raw Materials , nasce da una scommessa: raccontare l’Africa attraverso delle storie positive e reali di piccole realtà che, nonostante tutto, riescono a “portare un cambiamento”. Raw Materials è stato voluto da Dario Ferroni , guida naturalistica e punto di riferimento di questo viaggio e Georgina Minatti ,fotografa professionista. Viaggiando in modo completamente autonomo in Uganda per qualche settimana, hanno incontrato i protagonisti dei progetti che visiteremo durante questo tour. Al momento è in produzione un progetto editoriale che presenterà al pubblico i risultati di questo viaggio.
Cosa rende speciale il viaggio:
Lo sapevate? L’Uganda è uno dei primi esportatori di materie prime che troviamo sulle nostre tavole: caffè, thé, sesamo, olio di semi, vaniglia, cacao, ananas e altri prodotti dai gusti inconfondibili giungono dalle meravigliose pendici ugandesi di due fra le più affascinanti montagne del continente, il Rwenzori (5109 mt) e l’Elgon (4321 mt).
Un paese che da sempre ha accolto comunità straniere molto numerose ed importanti: la discussa presenza della comunità indiana per esempio; si parla addirittura di una cucina indiana tipica di questa regione. L’influenza europea, ancora molto forte;  mentre le vicissitudini poco felici di questo paese (in questi 50 anni di indipendenza sono purtroppo più gli anni passati in guerra che quelli in pace e prosperità) hanno determinato forti cambiamenti e nuovi modelli di economia sociale.
Oggi siamo testimoni di uno sviluppo di progetti imprenditoriali che hanno abbracciato modelli economici “intelligenti”, con forti ricadute sociali sulle comunità che ospitano le aziende di cui parleremo.
Un modo diverso di scoprire un paese, un punto di vista nuovo e originale

 

itinerario in dettaglio approfondimenti
quote immagini

 

ITINERARIO  in breve

1° giorno: Italia – Entebbe

2° giorno: KampalaSsesibwe FallsJinjia
escursione alle sorgenti del nilo

3° giorno: JinjaSipi Falls
visita alle piantagioni di caffè

4° giorno: Sipi Falls area
giornata intera dedicata al trekking

5° giorno: Elgon area
scoperta della rete di produttori solidali di caffe'

6° giorno: Sipi FallsPader
visita al progetto di produzione di burro di karite'

7° giorno: Pader - Moroto
incontro con le tribu' Karamojong

8° giorno: Moroto Kidepo National Park
safari e camminata sulle montagne al confine col Kenya

9° giorno: Kidepo National Park
uno dei parchi più belli ed autentici di tutta l’Africa

10° giorno: Kidepo – Murchisons National Park
giornata intera dedicate al safari

11° giorno: Murchisons National Park
safari e incontro con il Boomu Woman Group

12° giorno: Murchison - Fort Portal - Bundibugyo
incontro e visita al progetto di icam e visita al centro di raccolta del cacao

13°giorno: Bundibugyo- Masaka,
visita ai produttori di cacao

14° giorno: Masaka Ssese Island
il più famoso arcipelago del Lago Vittoria che per anni sono state  anche il centro turistico e di pesca di questo immenso lago

15° giorno: Ssese IslandIfishfarm- Entebbe
visita al progetto Ifishfarm

16° giorno: Entebbe - Italia

 

turismoconsapevole@liberocammino.com